Bali, l’isola incantevole da esplorare almeno una volta nella vita

Un luogo mistico, vivo, in cui ritrovare la propria connessione con la Madre Terra

Ti voglio portare adesso in un luogo unico in quanto a misticismo,  spiritualità e naturalezza e che continua a preservare nel corso degli anni autenticità e fascino.

Siamo nella mitica Bali, isola indonesiana a sud dell’equatore ricca di natura, foreste, risaie e vulcani tutt’ora attivi… un vero e proprio paradiso terrestre, conosciuta non a caso come “isola degli dei”. Ma l’unicità di quest’isola non dipende solo dalle sue caratteristiche morfologiche: Bali, infatti, ha una cultura e tradizioni popolari e folkloristiche fortemente radicate e ancora oggi molto presenti nella vita di tutti i giorni, nelle strade, tra la gente.

Un luogo spirituale ma anche vivo, con un suo respiro: a Bali c’è vita ovunque, c’è presenza del tutto, la manifestazione dell’energia universale in ogni cosa. Ogni cosa a Bali è spirito, è divinità: la natura, i laghi, la forza impetuosa del mare, il sole, il vento che soffia. Non a caso i vulcani sono tutt’oggi attivi… Bali ha una forte connessione con l’elemento terra, l’elemento che rappresenta in noi il radicamento, l’equilibrio, l’essere radicati e solidi.

E allora, concediti un viaggio a Bali sicuramente per un relax e per staccare dalla vita di tutti i giorni, ma approfittane per ricercare in te un contatto con la terra, con le origini, con il tuo essere più autentico. Riallineati con Madre Terra. Non ti sarà difficile… appena arrivato ed entrato nell’atmosfera balinese sarai avvolto dall’energia di questo posto e dal suo misticismo, sarai pronto alla ricerca di te stesso. Perché è cosi che si ritorna dopo un viaggio a Bali: si ritorna autentici, si ritorna esploratori di se stessi.

Bali… 3 esperienze imperdibili:

  1. TREKKING SUI VULCANI BATUR E AGUNG

I due vulcani principali di Bali, entrambi attivi: il vulcano Batur è più basso (solo 461 mt sopra il livello del mare) ed è facilmente raggiungibile con un’escursione di trekking semplice e poco impegnativa.

Ben diversa l’ascesa al vulcano Agung, la montagna più alta dell’isola: sono 3031 mt sopra il livello del mare e l’escursione è impegnativa ed adatta ad escursionisti allenati, che saranno appagati della fatica dalla meravigliosa vista a 360° e dal paesaggio lunare una volta arrivati in cima.

2. YOGA E MEDITAZIONE IN SPIAGGIA

Bali è sicuramente una delle mete orientali più rinomate per lo yoga e pratiche spirituali, resa poi celebre anche dal film “Mangia, prega, ama“.

Ci sono numerosi centri yoga a cui appoggiarsi una volta arrivati sull’isola e con possibilità di trascorrere qualche giorno in retreat. E’ pur vero che lo yoga a Bali è diventato una moda, tantoché numerose scuole propongono come stile di pratica power yoga o restorative yoga, che non sono nemmeno stili riconosciuti, quanto varianti inventate dagli occidentali per appagare le esigenze della società.

Io, da praticante autentica, consiglio di concedersi un po’ di tempo all’alba e al tramonto di fronte all’Oceano, in solitaria con la propria interiorità, e praticare in autonomia, ricordandosi che anche un semplice ascolto del respiro e l’essere presenti in quel momento è già di per sé yoga.

A,Surfer,Overlooking,A,Beach,In,Bali

3. FARE SURF A BALI

Bali, grazie alla sua posizione e alle correnti oceaniche a cui è esposta, si presta in maniera ottimale al surf: ci sono molte spiagge con onde perfette, adatte sia ad esperti sia a amatoriali e principianti.

Ci sono scuole di surf in tutta l’isola per corsi di una giornata o più, fino ad arrivare ai surf camps, dove trascorrere una o più settimane dedicandosi a questa disciplina.

Un’esperienza assolutamente da non perdere!

Leggi tutti gli altri ARTICOLI DEL BLOG e se hai domande, curiosità o vuoi intraprendere un nuovo viaggio, contattami!

info@mytinere.it
3484600303