Mollo tutto e vado in Asia: cinque posti dove meditare in Oriente

Viaggiare significa fuggire dalla quotidianità per ritrovare il proprio presente

Hai mai avuto quella sensazione di soffocamento dalla frenetica vita quotidiana? Hai mai pensato durante l’ennesima giornata pesante a lavoro: ora basta mollo tutto? I giorni passano uno dopo l’altro e la vita ti scorre davanti e, tu, corri e corri a volte senza sapere bene verso dove o cosa. Se sei arrivato a questo punto, è ora di cambiare! Non drasticamente, almeno non subito. Però inizia a concederti una totale fuga da tutto e tutti… non una semplice vacanza ma un’esperienza che possa farti rimanere sul presente, che possa veramente farti scoprire la tua parte più autentica e staccarti così dal peso del passato e dall’ansia del futuro.

Meditare vuol dire semplicemente essere presente nel momento, niente altro. Ma i ritmi che ci vengono imposti dalla società non includono questo aspetto importante. Tu sei così adesso a seguito di scelte fatte prima e, adesso, devi compiere azioni per essere in un certo modo domani. E il presente dov’è? Ti trovi in un costante limbo tra passato e futuro, ma il tuo essere nel presente viene trascurato o non riconosciuto. E allora fai un regalo a te stesso: regalati una fuga meditativa verso un luogo lontano che, per determinate caratteristiche, può agevolare il contatto con il tuo essere autentico.

Ti propongo qui di seguito cinque mete asiatiche spirituali, tra cui potresti trovare quella più adatta a te:

Beautiful,View,Of,Colorful,Gopura,In,The,Hindu,Kapaleeshwarar,Temple,chennai,

  1. BIRMANIA (TEMPLI DI BAGAN )

Beautiful,View,Of,Colorful,Gopura,In,The,Hindu,Kapaleeshwarar,Temple,chennai,

Il primo posto che consiglio assolutamente è la valle dei templi di Bagan, un’area che prende il nome dall’omonima cittadina situata sul fiume Irrawaddy. Il comprensorio è di soli 40 km2 ma comprende ben 13.000 templi buddisti, ciascuno con proprie caratteristiche architettoniche e spirituali. E’ una della aree più sacre dell’Asia ed è stata proclamata nel 2019 Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Lasciare tutto per andare in Birmania (Myanmar) significa lasciarsi tutto alle spalle per incontrare la propria parte spirituale più autentica. Qui il tempo è veramente rallentato e tutto il contesto è immerso in un’atmosfera dai colori caldi che raggiungono il romanticismo durante le ore del tramonto.

Un’esperienza spirituale unica. Passeggiando nell’area a ritmo lento avrai la possibilità di meditare e ritrovare la calma e la riflessione personale che credevi di aver perso. La valle di Bagan infonde pace e serenità, un porto sicuro in cui rifugiarsi nei momenti burrascosi della vita.

Un’esperienza assolutamente consigliata è il giro in mongolfiera, preferibilmente al tramonto, per osservare l’intera vallata dall’alto.

2. INDIA -RISHIKESH

india-01-tajmahal

Il secondo posto spetta a Rishikesh, città sacra indiana e meta di pellegrinaggio, situata sulle sponde del Gange. Rishikesh è considerata la porta dell’Himalaya, in quando sorge ai piedi dell’imponente catena montuosa, e “capitale dello yoga “ per la storica tradizione legata alla pratica di questa disciplina e per i numerosi ashram presenti in città. Rishikesh è un luogo tranquillo, nel rispetto della sacralità e della tradizione, quasi in contrasto con altre realtà dell’India più caotiche e frenetiche. Questo è un posto dove lasciarsi accogliere e guidare spiritualmente.

Il mio consiglio, per un’autentica esperienza, è di soggiornare in un ashram, tradizionali strutture che seguono ritmi e regole abbastanza rigide e dove all’interno si pratica meditazione e yoga.

india-01-tajmahal

Ogni anno, durante la prima settimana di marzo, Rishikesh ospita l’International Yoga Festival.

Oltre allo yoga, potrai dedicarti alla natura ed al trekking. Proprio da Rishikesh partono numerosi percorsi che attraversano incantevoli vallate e, con più giorni a disposizione potrai raggiungere Gangotri, altra località sacra e spirituale in quanto è proprio qui che nasce il sacro Gange, con le sue sorgenti che sgorgano dalle rocce himalayane. E’ un’India diversa, un’India che infonde tranquillità e che ti metterà in contatto con la tua parte più profonda e spirituale.

Punakha/bhutan,-,March,1,,2016:,Young,Women,Monks,Of,The

3. TIBET

Punakha/bhutan,-,March,1,,2016:,Young,Women,Monks,Of,The

Il terzo posto è dedicato a un’esperienza veramente autentica: siamo ai confini tra Tibet e India e qui avrai la possibilità di vivere per un po’ di tempo (da una settimana fino ad un mese ) all’interno di un monastero tibetano. A contatto con i monaci apprenderai gli insegnamenti del Buddhismo tibetano (Vajrayana) e vivrai le tipiche giornate dedicate all’attività nel tempio, dai momenti di preghiera ai momenti di studio, passando ad attività più manuali come la coltivazione di piccoli ortaggi e la preparazione del cibo tipico e semplice del monastero.

Un’esperienza che cambierà il tuo stile di vita e ti farà percepire cosa sia veramente essenziale per vivere felice e in pace con te stesso. La permanenza nel monastero può essere ovviamente combinata a un meraviglioso tour in Tibet.

4. INDONESIA -BALI

dest_0000_sud-est-asiatico-03

Se alla montagna preferisci il mare, ecco che al quarto posto arriva una bellissima meta, sogno orientale di moltissime persone: siamo a Bali, isola indonesiana conosciuta per le bellezze naturalistiche che la avvolgono, ma anche per la forte spiritualità presente in ogni angolo. E’ una spiritualità differente dalle precedenti: qui a Bali non è necessario isolarsi per trovare te stesso, perché tutto fa parte di tutto... la spiritualità è nel sorriso delle persone, nella natura, nella brezza marina e nelle onde che si infrangono sulla spiaggia, nei templi presenti in ogni angolo… è una spiritualità viva ,energica.

Ovviamente ci sono poi posti dove potrai ricercare la tua tranquillità e il tuo momento di isolamento. Potrai farlo con una passeggiata sul bagnasciuga, magari all’alba o al tramonto, le ore “magiche “, oppure con un percorso di trekking nell’interno dell’isola. Concediti poi una pratica di yoga in spiaggia, lasciati travolgere dal vento del mare e sentirai l’energia che piano piano prenderà posto dentro di te.

dest_0000_sud-est-asiatico-03
india-02-elefante

5. INDIA -GOA

india-02-elefante

Infine, con il quinto posto torniamo in India, ma questa volta per una meta di mare e famosa per il suo spirito new age e hippie: siamo sull’Oceano Indiano, sulle bellissime e sconfinate spiagge di Goa, località famosa per praticare yoga, meditazione e anche per intraprendere un percorso naturopatico e ayurvedico.

La zona di Goa più rinomata per le pratiche spirituali e per le spiagge più belle è quella d North Goa con capoluogo Panaji.

Troverai centri curati e luoghi di pace e tranquillità dove poter ritrovare il contatto con te stesso, ma l’esperienza più bella è meditare in spiaggia, al tramonto di fronte all’oceano. Qui avrai quella sensazione di infinito e di anima libera che Goa è pronta a donare a chi le si avvicina spiritualmente.

Ti aspetto per farti assaporare il fascino di Goa, per curiosità o per progettare un tuo prossimo viaggio!

Se sei incuriosito da una o più di queste mete, se vuoi approfondire o iniziare a progettare una tua fuga spirituale, contattami!

Leggete tutti gli altri ARTICOLI DEL BLOG e se avete domande, curiosità o volete intraprendere un nuovo viaggio, contattatemi!

info@mytinere.it
3484600303